Attività Ambulatorio STP

AGGIORNAMENTO – 17 gennaio 2021

L’Ambulatorio Migranti, costituitosi per iniziativa della Consulta per l’Immigrazione della Provincia di Mantova, ha consentito di fornire assistenza medica di base nei confronti, essenzialmente, di persone straniere non aventi diritto alla iscrizione al Sistema Sanitario Nazionale in quanto prive di permesso di soggiorno. Tali soggetti: Stranieri Temporaneamente Presenti (STP), in base alla normativa nazionale, hanno diritto a fruire:

  • alle cure URGENTI, non differibili, se non con danno per la vita o per la salute
  • alle cure comunque ESSENZIALI, relative a patologie non pericolose nell’immediato, ma che col tempo potrebbero determinare maggior danno per la salute o rischi per la vita
  • interventi di MEDICINA PREVENTIVA a salvaguardia della salute individuale e collettiva (tutela gravidanza e maternità, salute del minore, vaccinazioni, malattie infettive, tossicodipendenze).

I soggetti STP devono necessariamente rivolgersi ai Servizi di Pronto Soccorso per fruire di CURE URGENTI, ed alle Strutture Sanitarie specifiche (Consultori famigliari, Servizio Vaccinazioni, Malattie Infettive, Tossicodipendenze) per gli interventi di MEDICINA PREVENTIVA e/o SALUTE PUBBLICA). Nei confronti degli iscritti al SSN le CURE ESSENZIALI vengono garantite dal Medico di Famiglia. Tale possibilità è preclusa ai soggetti STP, che, anche per le CURE ESSENZIALI,  possono soltanto  rivolgersi ai Pronto Soccorso Ospedalieri. E’ intuitivo che tale situazione genera sovraffollamento e conseguente disagio sia alle Strutture preposte alla gestione dell’Urgenza Emergenza, sia ai   Cittadini che vi si rivolgono. Per far fronte a tali criticità, nel 2013 l’attività dell’ambulatorio, gestita da medici e infermieri volontari, è stata organizzata in base ad un accordo di collaborazione tra vari Enti pubblici (Provincia di Mantova, ASL Mantova, Azienda Ospedaliera C. Poma) con varie Associazioni (Caritas, CRI, Fondazione Banco Farmaceutico). L’Ambulatorio migranti, ubicato presso la sede della CRI di Mantova, ha fatto fronte a bisogni sanitari  di un numero di soggetti stabilizzatosi in circa 400/anno. Gli accessi annuali all’ambulatorio sono stati circa un migliaio, evitando il ricorso ai Pronto Soccorso Ospedalieri della Provincia.

L’emergenza sanitaria connessa alla pandemia COVID 19 ha imposto sospensioni temporanee, dell’attività dell’Ambulatorio migranti (dal 24/02/2020 al 02/07/2020 e dal 06/11/2020 al 31/01/2021.

  • NEWS

Si comunica che, a partire dal 2 febbraio 2021, l’Ambulatorio Stranieri Temporaneamente Presenti (STP) riprenderà l’attività, in accordo con le normative vigenti. 

L’accesso all’ambulatorio potrà avvenire esclusivamente su appuntamento, telefonando al n. 353 405 4912 ogni venerdì mattina dalle 9 alle 11.00. In occasione della telefonata verranno forniti tutti i dettagli relativi alla organizzazione dell’ambulatorio legata alla situazione sanitaria Covid-19. (Vedi allegato)

  • CONTATTI CON AMBULATORIO

sito Comitato Mantova Solidale http://www.comitatomantovasolidale.it/

Cell. Ambulatorio STP:  353 405 4912 ogni venerdì mattina dalle 9 alle 11.00

Mail Ambulatorio STP: mnsolidale.sanitario@libero.it

Medici e infermieri contro il clima che va affermandosi

AGGIORNAMENTO – 13 Marzo 2019
Il gruppo “Ambulatorio migranti” ci ha inviato un aggiornamento del testo precedentemente pubblicato, contenente tra l’altro l’elenco delle associazioni che vi hanno aderito nei giorni successivi alla prima pubblicazione. Cliccando il link qui sotto o all’articolo originale scorrendo in basso, troverete il documento aggiornato.

dichiarazione – aggiornamento 13 marzo 2019

Mantova, 14 febbraio 2019
In un momento di grave crisi in cui la politica, a livello nazionale, sembra voltare sempre più
le spalle a ciò in cui crediamo come persone e come associazione e rende ogni giorno più
difficile portare avanti il nostro lavoro, riceviamo da un gruppo di medici e infermieri questa importante comunicazione di forte dissenso per il clima che va affermandosi.
Siamo molto grati e felici di sottoscriverla, insieme a molte altre associazioni e cittadini, e di poterla condividerla integralmente qui, sul nostro sito.

Per leggere il documento integrale clicca qui o sull’immagine sottostante.

Dichiarazione medici e infermieri

Educazione interculturale, migrazione e plurilinguismo

Con piacere presentiamo la tesi di Julia Zeitler, del corso di laurea magistrale Educazione interculturale, migrazione e plurilinguismo, svolto presso la facoltà di Lingue, Letterature e Scienze sociali dell`Università di Karlsruhe, Germania.
L’argomento della tesi è “Agricoltura sociale con rifugiati. Contesto, approcci, esperienze”.
Negli ultimi anni in diversi paesi dell’UE si è verificato un notevole aumento delle persone richiedenti asilo. In un clima sociale e politico spesso non favorevole si pone con sempre più urgenza la questione non solo dell’accoglienza ma anche dell`integrazione degli interessati.
Trattandosi di un tema complesso e piuttosto recente, nei paesi d’arrivo spesso sono scarsi i modelli provati per favorire questo processo nell’interesse di tutte le parti coinvolte. In tal senso, quali sono le risposte che può offrire l’agricoltura sociale con le sue varie attività, indirizzate a favorire, tra l’altro, la coesione della collettività e l´integrazione di chi è svantaggiato e a rischio di esclusione sociale? In quest’ottica la tesi si avvicina in modo esplorativo all’esempio Kodemundi e a un’altra realtà del mantovano, per conoscere contesto, approcci e esperienze di queste due attività di agricoltura sociale con richiedenti e titolari di protezione (inter)nazionale.

Per leggere la presentazione cliccate qui

Copertina tesi Julia

Emozioni, antro-poiesi e migrazione. Essere “Zogo” a Torino

Pubblichiamo la tesi di laurea triennale in Comunicazione Interculturale (Università di Torino, AA 2015/2016) di Francesca Baggio dal titolo Emozioni, antro-poiesi e migrazione. Essere “Zogo” a Torino.
Grazie a Francesca per averci dato il permesso di pubblicare qui il suo lavoro (cliccate sull’immagine qui sotto per leggere).

Copertina

Buona lettura!

Rifugiati: la grande messa in scena

Segnaliamo l’articolo scritto a quattro mani da Luigi Monti e Fausto Stocco per la rivista “Gli Asini“. L’articolo, pubblicato sul n. 37 di marzo 2017, tratta della cosiddetta “crisi dei rifugiati”, su come siamo giunti a questo punto e quali sono i possibili scenari che ci attendono nel breve periodo.
Ne pubblichiamo qui sotto un breve estratto, potete leggere la versione completa seguendo il link in fondo alla pagina. Buona lettura!

Asini

La cosiddetta crisi dei rifugiati non è certo la partita più complessa che l’Italia si trovi a gestire in questi anni. Non certo più complessa di quella del lavoro, per dirne una. Eppure è la questione che, anche in ragione dello scollamento tra la realtà e il modo in cui la raccontiamo, tra la realtà e gli strumenti che mettiamo in campo per farvi fronte (leggi tutto…)

Un patrimonio immateriale dell’Unesco: la carta di Kurukan Fuga

IMG-20170320-WA0014Lunedì 20 marzo, a partire dalle 17,30, presso la biblioteca mediatica G. Baratta (Mantova, corso Garibaldi 88), si terrà la conferenza Un patrimonio immateriale dell’Unesco: la carta di Kurukan Fuga. A parlarcene sarà Mody Sissoko.
Mody, studioso di beni culturali maliano, è arrivato in Italia nel giugno 2016 ed è uno dei ragazzi ospiti nelle strutture di Mantova solidale. L’argomento della conferenza è particolarmente interessante in quanto tratta dei diritti umani nell’Africa del XIII secolo, e desterà qualche sorpresa in quanto poco si conosce su un tema che potrebbe scardinare la visione tipicamente eurocentrica del nostro continente come “culla della civiltà e dei diritti umani”.

Qui sotto riportiamo la locandina dell’evento (clicca sull’immagine per ingrandire)

Patrimonio immateriale

Black Afrique Fluxus – concerto a Milano il 26 febbraio

E’ con grande piacere che segnaliamo e vi invitiamo alla seconda esibizione dei Black Afrique Fluxus – Cardiew Ensemble, che si terrà a Milano domenica 26 febbraio alle ore 17. Il concerto avrà luogo presso lo Spazio Schiaparelli in via Settembrini 4.

Locandina2

clicca sull’immagine per ingrandire

 

 

 

 

 

 

 

 

Intervista radiofonica a Elena Dina, presidente di Mantovasolidale

Pubblichiamo sul sito il link per poter ascoltare l’intervista fatta al presidente di Mantovasolidale, Elena Dina, andata in onda su Rai Radio1 durante Inviato Speciale del 7 gennaio 2017. La parte della trasmissione dedicata a Mantova inizia circa al minuto 24, mentre l’intervista a Elena Dina comincia al minuto 30.

Ascolta la trasmissione

Black Afrique Fluxus, impressioni da Bologna

Il 9 febbraio scorso, a Bologna, in occasione del Festival musicale Angelica, ha fatto il suo esordio il gruppo Black Afrique Fluxus – Cardiew Ensemble, composto da quattro “nostri” ragazzi e due musicisti italiani.

Mario Baroni – musicologo, professore di Metodologia dell’educazione musicale presso le Università della Calabria e di Bologna, direttore della “Rivista di analisi e teoria musicale”, autore e curatore di numerosi e importanti libri sul tema musicale – era presente e ci ha inviato le sue impressioni. È con grande piacere che noi le pubblichiamo insieme ad alcune foto fatte durante il concerto. (leggi tutto…)

1 2

Si comunica che,
a partire dal 2 febbraio 2021, l’Ambulatorio Stranieri Temporaneamente Presenti (STP)
riprenderà le attività, in accordo con le normative vigenti.

L’accesso all’ambulatorio potrà avvenire esclusivamente su appuntamento, telefonando al numero 353 4054912 ogni venerdì mattina dalle 9 alle 11.00.
In occasione della telefonata verranno forniti tutti i dettagli relativi alla organizzazione dell’ambulatorio legata alla situazione sanitaria Covid-19.