Educazione interculturale, migrazione e plurilinguismo

Con piacere presentiamo la tesi di Julia Zeitler, del corso di laurea magistrale Educazione interculturale, migrazione e plurilinguismo, svolto presso la facoltà di Lingue, Letterature e Scienze sociali dell`Università di Karlsruhe, Germania.
L’argomento della tesi è “Agricoltura sociale con rifugiati. Contesto, approcci, esperienze”.
Negli ultimi anni in diversi paesi dell’UE si è verificato un notevole aumento delle persone richiedenti asilo. In un clima sociale e politico spesso non favorevole si pone con sempre più urgenza la questione non solo dell’accoglienza ma anche dell`integrazione degli interessati.
Trattandosi di un tema complesso e piuttosto recente, nei paesi d’arrivo spesso sono scarsi i modelli provati per favorire questo processo nell’interesse di tutte le parti coinvolte. In tal senso, quali sono le risposte che può offrire l’agricoltura sociale con le sue varie attività, indirizzate a favorire, tra l’altro, la coesione della collettività e l´integrazione di chi è svantaggiato e a rischio di esclusione sociale? In quest’ottica la tesi si avvicina in modo esplorativo all’esempio Kodemundi e a un’altra realtà del mantovano, per conoscere contesto, approcci e esperienze di queste due attività di agricoltura sociale con richiedenti e titolari di protezione (inter)nazionale.

Per leggere la presentazione cliccate qui

Copertina tesi Julia

Emozioni, antro-poiesi e migrazione. Essere “Zogo” a Torino

Pubblichiamo la tesi di laurea triennale in Comunicazione Interculturale (Università di Torino, AA 2015/2016) di Francesca Baggio dal titolo Emozioni, antro-poiesi e migrazione. Essere “Zogo” a Torino.
Grazie a Francesca per averci dato il permesso di pubblicare qui il suo lavoro (cliccate sull’immagine qui sotto per leggere).

Copertina

Buona lettura!

Rifugiati: la grande messa in scena

Segnaliamo l’articolo scritto a quattro mani da Luigi Monti e Fausto Stocco per la rivista “Gli Asini“. L’articolo, pubblicato sul n. 37 di marzo 2017, tratta della cosiddetta “crisi dei rifugiati”, su come siamo giunti a questo punto e quali sono i possibili scenari che ci attendono nel breve periodo.
Ne pubblichiamo qui sotto un breve estratto, potete leggere la versione completa seguendo il link in fondo alla pagina. Buona lettura!

Asini

La cosiddetta crisi dei rifugiati non è certo la partita più complessa che l’Italia si trovi a gestire in questi anni. Non certo più complessa di quella del lavoro, per dirne una. Eppure è la questione che, anche in ragione dello scollamento tra la realtà e il modo in cui la raccontiamo, tra la realtà e gli strumenti che mettiamo in campo per farvi fronte (leggi tutto…)

Un patrimonio immateriale dell’Unesco: la carta di Kurukan Fuga

IMG-20170320-WA0014Lunedì 20 marzo, a partire dalle 17,30, presso la biblioteca mediatica G. Baratta (Mantova, corso Garibaldi 88), si terrà la conferenza Un patrimonio immateriale dell’Unesco: la carta di Kurukan Fuga. A parlarcene sarà Mody Sissoko.
Mody, studioso di beni culturali maliano, è arrivato in Italia nel giugno 2016 ed è uno dei ragazzi ospiti nelle strutture di Mantova solidale. L’argomento della conferenza è particolarmente interessante in quanto tratta dei diritti umani nell’Africa del XIII secolo, e desterà qualche sorpresa in quanto poco si conosce su un tema che potrebbe scardinare la visione tipicamente eurocentrica del nostro continente come “culla della civiltà e dei diritti umani”.

Qui sotto riportiamo la locandina dell’evento (clicca sull’immagine per ingrandire)

Patrimonio immateriale

Black Afrique Fluxus – concerto a Milano il 26 febbraio

E’ con grande piacere che segnaliamo e vi invitiamo alla seconda esibizione dei Black Afrique Fluxus – Cardiew Ensemble, che si terrà a Milano domenica 26 febbraio alle ore 17. Il concerto avrà luogo presso lo Spazio Schiaparelli in via Settembrini 4.

Locandina2

clicca sull’immagine per ingrandire

 

 

 

 

 

 

 

 

Intervista radiofonica a Elena Dina, presidente di Mantovasolidale

Pubblichiamo sul sito il link per poter ascoltare l’intervista fatta al presidente di Mantovasolidale, Elena Dina, andata in onda su Rai Radio1 durante Inviato Speciale del 7 gennaio 2017. La parte della trasmissione dedicata a Mantova inizia circa al minuto 24, mentre l’intervista a Elena Dina comincia al minuto 30.

Ascolta la trasmissione

Black Afrique Fluxus, impressioni da Bologna

Il 9 febbraio scorso, a Bologna, in occasione del Festival musicale Angelica, ha fatto il suo esordio il gruppo Black Afrique Fluxus – Cardiew Ensemble, composto da quattro “nostri” ragazzi e due musicisti italiani.

Mario Baroni – musicologo, professore di Metodologia dell’educazione musicale presso le Università della Calabria e di Bologna, direttore della “Rivista di analisi e teoria musicale”, autore e curatore di numerosi e importanti libri sul tema musicale – era presente e ci ha inviato le sue impressioni. È con grande piacere che noi le pubblichiamo insieme ad alcune foto fatte durante il concerto. (leggi tutto…)

Flussi di cultura

Ci sono giorni in cui la bella frase che il Naga di Milano usa come exergo sul suo sito, esprime perfettamente la mia esperienza di socia e volontaria di Mantova solidale.

Il Naga sul suo sito fa scorrere queste parole

DA 30 ANNI CI ARRICCHIAMO CON GLI IMMIGRATI*
*perché le loro storie e la loro forza sono la nostra ricchezza. (Leggi tutto…)

Odontoiatria sociale

Mantova Solidale è anche cure odontoiatriche gratuite, conservative e protesiche, alle persone che abbiamo in accoglienza. Sono quasi tutti ragazzi tra i 18 e i 25 anni provenienti da vari Paesi africani in fuga da conflitti e povertà.  vengono seguiti sotto il profilo sanitario da un gruppo di medici, psicologi e psichiatri che fanno parte dell’associazione o che ne sono sostenitori e simpatizzanti. Il dentista sono io.

(Leggi tutto…)

C’è speranza se accade al nord

Pubblichiamo di seguito l’articolo scritto da Maria Bacchi e uscito per la rivista Confronti di luglio/agosto 2016. 

All’inizio di dicembre del 2012, l’assessore alle Politiche sociali della Provincia di Mantova, Elena Magri, lancia un appello ai sindaci perché, in previsione della chiusura entro la fine dell’anno della cosiddetta Emergenza Nord Africa, si attivino per dare qualche forma di sostegno agli ottanta profughi che ancora si trovano in territorio mantovano. (Leggi tutto…)

1 2